Descrizione:
Il pannello multistrato é composto da più fogli di legno, ricavati dalla sfogliatura di tronchi di legno, e incollati a fibre incrociate mediante colle ureiche (in senso alternato e sempre di numero dispari) in modo tale che la fibratura degli strati adiacenti sia ad angolo retto, neutralizzado cosí i movimenti del legno. Cosí facendo garantisce una particolare resistenza e robustezza permettendo di trovare risposte adeguate a qualsiasi richiesta (durezza, leggerezza, lavorabilitá, stabilitá, resistenza all’acqua). Il prodotto inoltre vanta elevate caratteristiche igoscopiche. I multistrato variano per tipologia (pioppo, faggio, betulla, pino, tanganika) e spessori. Oltre alle piú comuni tipologie di multistrato, é possible reperire prodotti particolari ed adatti ad usi specifici quali il multistrato “marino” di okumé (particolarmente resistente all’umiditá e largamente utilizzato nel settore navale), multicar (multistrato di betulla dotato di superfici appositamente trattate per essere utilizzato nell’allestimento di camion), multiflex (multistrato flessibile che ben si adatta alla realizzazione di curvi e sculture in legno) e altri multistrati in essenze esotiche.  Gli spessori comunemente disponibili variano dai 3mm ai 30mm con incrementi di 3mm circa. I pannelli multistrato possono essere grezzi, laminati, nobilitati, impiallacciati e di dimensioni standar o su misura e lavorati per una facile applicazione degli stessi.
Impiego:

É un materiale ideale per il settore navale (multistrato “marino” okumé), dell’arredamento, per rivestimenti interni dei camion, per la produzione di sedie e tavoli, fusti per salotti, mobili di grande dimensioni ed arredamenti in generale. Il multistrato sottile (compensato) trova applicazione per la produzione di schiene di armadi, scaffali e mobili. Le applicazioni possono essere varie e articolate in base alla composizione e esigenza dell’utilizzatore finale.